Peeling, Scrub, Esfolianti: quale scegliere?

Gli esfolianti sono prodotti cosmetici specifici per rimuovere le cellule cornee superficiali presenti sulla pelle che, subito, appare visibilmente più levigata, liscia e luminosa: questo perché viene stimolato il rinnovamento cellulare e, contemporaneamente, viene promossa la sintesi di elastina e collagene, potenziando l’attività dei fibroblasti a livello del derma. L’esfoliazione cutanea, inoltre, si rivela un prezioso alleato per favorire un migliore assorbimento dei prodotti applicati di seguito. Questi prodotti sono molto apprezzati dalle donne poiché migliorano l’elasticità e la luminosità della pelle e regalano, da subito, un aspetto più giovane.

Gli esfolianti si dividono in varie categorie in base all’azione che esercitano sulla cute; vediamo quali sono e come scegliere il prodotto più adatto al proprio tipo di pelle.

Il Gommage:

è, generalmente, un prodotto cremoso e denso a base di caolino e biossido di titano, arricchito con estratti lenitivi quali aloe vera o cetriolo. Il Gommage, applicato sulla cute e massaggiato con delicati movimenti circolari, ingloba le cellule morte e le rimuove fisicamente, agisce, cioè, come una gomma quando cancella una scritta. Non va utilizzato sulla pelle acneica o sensibile per evitare microtraumi o arrossamenti.

Il Peeling enzimatico:

può essere sia una maschera sia una polvere da miscelare con acqua al momento dell’uso. La sua azione è molto più delicata ed è molto gradita alle persone con rossori diffusi o pelle grassa poiché contiene un enzima, di solito la Papaina (estratta dalla polpa della Papaya), che scioglie, naturalmente, le cellule cornee superficiali, senza creare arrossamenti o irritazioni.

Lo Scrub:

è un prodotto cremoso o oleoso che contiene micro-granuli atti a rimuovere fisicamente lo strato superficiale della cute. Questi piccoli granelli possono essere di origine vegetale, ad esempio polvere di noccioli di Andiroba o di Jojoba, oppure possono essere fini cristalli di sale arricchito con minerali o alghe o possono essere di origine sintetica quali le microsfere di polietilene, oggi sempre meno usate perché poco ecologiche. L’azione dello scrub può essere più o meno intensa in base all’energia che si applica nel massaggiare il prodotto sulla pelle, quindi, prodotti ottimi per schiena, braccia, addome e gambe dove la pelle tende ad ispessirsi più facilmente. Per il viso, invece, se si vuole utilizzare questo esfoliante, è bene sceglierlo in formulazione cremosa con Burro di Karitè e oli nobili quali oliva, argan o girasole per evitare di creare microtraumi o rossori durante la fase del massaggio del prodotto sulla pelle.

Tra gli esfolianti accessibili a tutti e non di stretta competenza medica possiamo trovare i Peeling chimici a base di acidi della frutta (AHA). Questi prodotti vanno utilizzati, comunque con estrema attenzione poiché eliminano le cellule superficiali interrompendo i legami presenti tra di loro. Sono cosmetici che devono rimanere sulla pelle per un tempo minimo e devono essere sciacquati bene per neutralizzare l’azione degli acidi della frutta. Dopo questo tipo di trattamento (di solito eseguito dalle estetiste) bisogna proteggere bene la pelle ed evitare l’esposizione al sole per le 48 ore successive. Dopo ogni trattamento con prodotti esfolianti, bisogna nutrire la pelle con cosmetici appositamente studiati per riequilibrare il film idrolipidico e per idratare. Ad esempio, prodotti a base di acido jaluronico che, oltre ad idratare la cute in profondità, regalano morbidezza ed elasticità e correggono gli inestetismi tipici dell’invecchiamento cutaneo. Ecco dunque che l’abbinamento di prodotti esfolianti e idratanti si rivela un ottimo alleato della nostra bellezza.


Manuela Blandino

Vive a Milano. Collabora con Laboratori di Ricerca e Sviluppo nell’ambito della cosmesi e del make up, soprattutto ad indirizzo biologico, green ed ecosostenibile. Docente di materie scientifiche presso una rinomata scuola di Osteopatia a Milano. Si occupa di formazione scientifica e di sperimentazione. Scrive articoli di cosmetologia su varie riviste quali Salute & Natura, Globo, MW e Playboy.

Articoli correlati