IL BAGNO TURCO

Già gli egizi, e poi i romani e i greci, apprezzavano il bagno turco come momento in cui ci si poteva prendere cura del proprio corpo ma anche della propria mente, un vero e proprio trattamento rigenerante e rinvigorente per l’organismo nella sua complessità. Nelle terme romane, dopo l’attività fisica, si entrava nel Tepidarium, poi nel Calidarium ed infine nel Laconicum, la stanza finale più calda, riscaldata con aria secca ad altissima temperatura, infine dopo la pulizia del corpo e i massaggi, si faceva una nuotata nella piscina del Frigidarium, seguita dalla frequentazione di biblioteche o spettacoli. Furono però gli arabi con i loro “hammam” a rendere noti in tutto il mondo i benefici del bagno turco, diffuso ormai ovunque e spesso sponsorizzato dai centri benessere.

L’acqua è salute, anche quando assume la forma di una nuvola di vapore che avvolge il corpo. l suo potere, nel corso del tempo, è studiato e veicolato nelle forme curative più in sintonia ai bisogni della persona come ricerca del benessere fisico, psicofisico e spirituale. Nel Bagno Turco, l’umidità raggiunge il 100% e le temperature non superano i 48 °C. Seduti sul marmo o sulla pietra, avvolti da una nebbia impalpabile, s’inala il tiepido vapore che decongestiona il respiro, attraverso il sudore permette di eliminare scorie e tossine, ci si estranea dallo spazio circostante e si avverte soltanto la percezione del proprio corpo. È un bagno di vapore dai molteplici effetti positivi, un momento di ritrovo socializzante, di relax e di vero benessere.

La sudorazione è meno intensa che in Sauna ma, dato che la permanenza è più lunga, il risultato finale spesso è che la quantità di sudore eliminato è superiore.


I BENEFICI

ll bagno turco ha diversi effetti benefici:

  • Favorisce la circolazione: il primo effetto del calore è la dilatazione dei vasi sanguigni, con migliore ossigenazione periferica; una circolazione più efficace si traduce poi nel veder migliorare alcuni tipi di dolori ad esempio quelli articolari e si facilita inoltre la rigenerazione dei tessuti riducendo l’infiammazione.
  • Favorisce la detossinazione della pelle. L’epidermide appare così più luminosa, elastica e morbida poiché, con il sudore, si eliminano numerose tossine e si stimola il rinnovamento cellulare. A tale scopo può essere utile asportare le cellule morte con un massaggio con guanto di crine.
  • Ha un effetto tonificante e rilassante e riduce lo stress: Il sistema nervoso è aiutato a combattere lo stress e la tensione quotidiana.
  • Sottoporsi a questo trattamento ha il più delle volte un effetto rilassante sul sistema nervoso, combatte quindi lo stress ma allo stesso tempo aiuta a tonificare il corpo.
  • Il beneficio più evidente a tutti è quello che ha sulla pelle: il calore tende infatti a dilatare i pori e a far sudare, in questo modo il corpo può più facilmente espellere le tossine interne ma anche purificare l’epidermide che risulterà più liscia e visibilmente in salute.
  • Subito prima o appena entrati all’interno del bagno turco, è importante effettuare un massaggio con un guanto da bagno o una spazzola per il corpo in modo da mandare via le cellule morte e promuovere la rigenerazione di quelle nuove.
  • Buoni effetti, grazie al vapore, si ottengono anche sulla respirazione che dopo il trattamento risulterà più libera e profonda. Questo trattamento infatti decongestiona le mucose

LA SEDUTA

Avviene solitamente in varie fasi: dapprima si entra in una stanza ricca di vapore acqueo riscaldato dove si sosta per circa 15 minuti; dopodiché si passano alcuni minuti in una stanza tiepida per riacclimatarsi un po’ e, di seguito, ci si immerge in una vasca piena di acqua fredda per 30 secondi, in alternativa è possibile utilizzare una doccia. E’ possibile ripetere più volte il percorso, cui seguirà una fase di relax di almeno 20 minuti e un massaggio conclusivo a base di oli essenziali. Prima di effettuare un Bagno Turco è importante chiedere consiglio al proprio Medico.

 


Manuela Blandino

Vive a Milano. Collabora con Laboratori di Ricerca e Sviluppo nell’ambito della cosmesi e del make up, soprattutto ad indirizzo biologico, green ed ecosostenibile. Docente di materie scientifiche presso una rinomata scuola di Osteopatia a Milano. Si occupa di formazione scientifica e di sperimentazione. Scrive articoli di cosmetologia su varie riviste quali Salute & Natura, Globo, MW e Playboy.

Articoli correlati